Come Evitare che i Capelli si Rovinino

Uno dei problemi maggiori per le persone che tengono alla propria cura è quello della bellezza dei capelli. In questa breve guida vi darò qualche dritta per fare in modo che i vostri capelli non si rovinino e risultino sempre molto belli da vedere e da toccare.

Come primo consiglio vi dico di evitare di lavare i capelli troppo spesso. Una buona abitudine è quella di lavare i capelli una volta ogni due giorni. Questa volta ogni due giorni dovranno essere lavati con cura, ma sarà più che sufficiente. Usate lo shampoo (io consiglio sempre quelli antiforfora) e un buon balsamo da tenere sui capelli per circa due minuti. Una volta alla settimana io consiglio di effettuare al posto del balsamo una maschera per capelli da risciacquare dopo cinque minuti. Inoltre durante il lavaggio io consiglio di pettinarli in modo da districare i nodi.

Inoltre non usate il phon per un periodo di tempo troppo lungo. Vi consiglio di usare questo strumento il tempo di non averli fradici, ma se sono appena umidi lasciateli asciugare all’aria. Questo consiglio ve lo offro perchè quell’aria calda tende a seccare i capelli. Dopo il lavaggio potete applicare prodotti come per esempio la schiuma per capelli ricci o lisci in base alle esigenze per rendere il vostro capello più bello da vedere.

Molta attenzione deve essere fatta con la piastra per capelli, uno strumento che può causare danni se non utilizzato nel modo giusto. Per iniziare, è necessario scegliere un modello di qualità, cosa che può essere fatta seguendo questa guida sulla piastra triferro. In ogni caso, è importante evitare di impostare una temperatura troppo elevata, visto che il calore della piastra può danneggiare i capelli.

Un altro consiglio può essere l’applicazione di olio d’oliva almeno una volta al mese. Mettete in modo omogeneo l’olio sui capelli e lasciate agire per mezz’ora. Passato il tempo effettuate un classico lavaggio dei capelli e vedrete che questi risulteranno molto belli sia al tatto che all’occhio. Spero di esservi stato d’aiuto.