Come Scegliere una Macchina per il Pane

Recarsi dal fornaio ad acquistare il pane fresco è un momento affascinante, ma realizzarlo in casa con le proprie mani, è tutta un’altra storia.

Spesso, però, capita di non avere abbastanza tempo per mettersi in cucina ad impastare, attendere i vari livelli di lievitazione ed, infine, mettere il tutto in forno fino a completa cottura.

A questo ci ha pensato la tecnologia, creando la macchina per il pane che può rivelarsi un ottimo strumento per la preparazione di questo alimento in ogni momento della giornata, senza gravare eccessivamente sui nostri impegni. E il risultato non è per niente male.

Ma come scegliere quale macchina per il pane acquistare?

In commercio ce ne sono molte, ma bisogna stare attenti a controllare che sia dotata di alcuni elementi fondamentali, senza i quali l’acquisto diventa un po’ inutile.

Il timer

E’ una delle caratteristiche che più apprezzo della macchina del pane: permette di inserire tutti gli ingredienti necessari e di programmare la preparazione fino alle successive 12 ore. In questo modo potete preparare le basi alla mattina e trovare la vostra pagnotta pronta e calda per cena.

Opzione quantità dell’impasto

A volte capita di preparare una pagnotta da 200gr, altre una da 700gr: è importante che la macchina abbia l’opzione quantità dell’impasto che vi permetta, nel caso delle grandi porzioni, di ottenere un ottimo risultato, magari impiegando qualche minuto in più nella fase dell’impasto.

Opzione modalità di cottura

La macchina per il pane non è come il forno: non puoi vedere il livello di cottura della pagnotta. Grazie a questa opzione, però, è possibile scegliere tra i diversi livelli di cottura: leggero, medio o molto cotto.

Per dettagli sui vari modelli è possibile vedere questo sito sulle macchine per il pane, quelle che abbiamo proposto sono indicazioni generiche, valide per capire il modello giusto per le proprie esigenze.