Come Fare un Dolce al Tartufo con Mandorle e Rum

Avete degli ospiti a cena e dovete preparare un dolce? Non sapete quale fare? Allora perché non iniziate a preparare questa fantastica ricetta? Questo dolce si prepara in cinquanta minuti di tempo circa. Gli ingredienti vanno benissimo per sei persone.

Occorrente
80 g di farina
2 bicchierini di rum
Una noce di burro
2 cucchiai di cacao
1/4 di litro di panna
400 g di marmellata di pesche
6 uova
100 g di burro di cocco
200 g di zucchero a velo
12 tartufi al cioccolato
1/2 bustina di lievito
3 cucchiai di granella di cioccolato
80 g di fecola
200 g di mandorle
200 g di cioccolato fondente
150 g di zucchero

Cominciate questa deliziosa torta separando gli albumi dai tuorli che andranno sbattuti in una terrina con lo zucchero fino a ottenere una crema morbidissima, quindi incorporate un bicchierino di rum e la panna. Dopo aver grattugiato il cioccolato, unitelo alla crema, aggiungete la farina e la fecola a pioggia e successivamente le mandorle tritate e un po’ di lievito in polvere.

Montate gli albumi a neve ben ferma, unite delicatamente anch’essi al composto e mescolate bene tutti gli ingredienti, con un cucchiaio di legno, in modo che si amalgamino perfettamente. Imburrate leggermente una tortiera (24 cm di diametro) rovesciatevi l’impasto e passate in forno già caldo per 25 minuti. Trascorso questo tempo togliete la torta dal forno, estraetela dalla tortiera e, dopo averla fatta raffreddare, tagliatela in tre dischi che andranno spennellati con la marmellata di pesche diluita con il rum.

Sovrapponete poi i tre dischi e ricomponete la torta. Preparate quindi una glassa, facendo sciogliere in un tegamino il burro di cocco, versatelo in una terrina dove avrete setacciato insieme il cacao e lo zucchero a velo e amalgamate il tutto aggiungendo un po’ d’acqua. Spalmate la glassa sulla superficie della torta e con una spatola stendetela sul piano e sui bordi; aiutandovi con le mani fate aderire la granella di cioccolato tutt’attorno al bordo del dolce per rifinirlo; decorate infine la superficie con i tartufi disposti a distanza regolare e servite.