Come Risparmiare il Carburante

Risparmiare carburante, soprattutto in questo periodo di aumenti dei prezzi e contestualmente fare del bene all’ambiente con minori emissioni di Co2, non è affatto un impresa ardua da compiere, anzi è davvero facile. Basta solo modificare di poco le nostre abitudini alla guida.

Prima di tutto, dobbiamo verificare che la nostra automobile abbia la giusta pressione negli pneumatici (i valori li trovate nel libretto di istruzioni dell’auto), non abbia degli inutili carichi (vedi i portasci in estate), che non solo portano attrito durante la guida, ma che provocano anche un aumento del consumo di carburante.

Una volta controllato il tutto, evitiamo durante la marcia, inutili aumenti di giri del motore, che provocano inquinamento atmosferico ed acustico (non meno importante). Seduti in auto e allacciate le cinture di sicurezza, iniziamo a risparmiare. prima di tutto utilizziamo le marce basse, ovvero quelle di potenza (prima e seconda) solo per l’accensione e l’aumento dell’andatura (sempre secondo i limiti e le situazioni).

Una volta stabilita la nostra velocità, passare immediatamente alle marce più alte, in modo da stabilizzare la nostra marcia e consumare meno carburante. Si può consumare molto meno, anche il 20% viaggiando con marce più alte. Una raccomandazione, NON CORRETE MAI NELLE STRADE, RISPETTATE SEMPRE I LIMITI DI VELOCITA’ E DATE LA PRECEDENZA AI PEDONI. Le moderne autovetture in automatico segnalano che bisogna passare o marce più alte o a marce più basse in relazione alla nostra andatura. Il primo risparmio evidente che otterremo è che il pieno della nostra auto durerà maggiormente. Un altro risparmio indiretto, ma non meno interessante è che nell’ambiente avremo sprigionato meno Co2.